La stagione estiva 2016 si è chiusa con alcuni dati che fanno ben sperare e con alcune piccole riflessioni sulle quali puntare l’attenzione per migliorarsi in futuro. Abbiamo notato sicuramente un incremento di clientela straniera, che attraverso i vari canali di prenotazioni on-line sono giunti nella nostra struttura, principalmente nei periodi di Maggio, Giugno e Settembre. Le nazioni di provenienza sono maggiormente Belgio, Francia, Germania e Svizzera. Questo è sicuramente un aspetto positivo ma di contro c’è da dire che alcune importanti comunità di turisti quali inglesi, russi, cinesi e americani, con una forte economia, hanno una percentuale molto bassa di presenze nelle nostre strutture extralberghiere; sarebbe utile e auspicabile un’accurata promozione turistica sia a livello privato che amministrativo verso queste nazioni che non conoscono i nostri territori e preferiscono altre mete turistiche.La clientela italiana come al solito ha affollato a dismisura il mese di Agosto ed è rimasta un po’ più ai margini negli altri mesi estivi. Il punto fondamentale su cui porre l’attenzione, oltre alla volontà credo di tutti gli operatori del settore ricettivo di destagionalizzare questi imponenti flussi di vacanzieri di Agosto, è che è cambiata sicuramente il tipo di clientela e la sua provenienza. Ho notato sicuramente che famiglie con bambini si spostano sempre meno, o comunque se lo fanno, preferiscono strutture quali villaggi turistici piuttosto che bed and breakfast o case vacanze, per la comodità e i servizi che i primi offrono agli adulti ma soprattutto ai bambini. Sono invece le coppie e nell’ultimo periodo, in incremento, anche viaggiatori solitari, a popolare principalmente le nostre strutture extralberghiere, con viaggi itineranti di una durata media di due/tre giorni, durante i quali visitano e assaporano quanto di più bello c’è della nostra terra, passando dal mare all’entroterra e dai monumenti all’ eno-gastronomia. L’ultimo aspetto che è cambiato è la provenienza degli ospiti: le persone continuano a viaggiare ma fanno meno chilometri andando alla ricerca di strutture non molto lontane dal proprio luogo di residenza; questo è un aspetto importante attraverso il quale il turista torna alla riscoperta dei luoghi e bellezze che caratterizzano il proprio territorio.